Varazze: cosa vedere e cosa fare?

Indice

Varazze, cosa vedere oltre la spiaggia? Per molti turisti il mare è la principale attrattiva, il motivo unico per cui raggiungere questa località. In realtà, la cittadina di Varazze ha anche molto altro da offrire ai propri ospiti.

Il centro del savonese infatti è un luogo dove storia e natura si incontrano per dar vita a una serie di luoghi di interesse assolutamente imperdibili, troppo spesso poco considerati rispetto alla spiaggia. Dunque a Varazze, turismo non è solo sinonimo di mare.

Varazze, cosa vedere nella cittadina rivierasca?

Il comune di cui stiamo parlando è l’ultimo della provincia savonese. A est infatti, esso confina con Cogoleto, ovvero la prima cittadina della provincia di Genova. La sua posizione strategica, ne ha fatto in passato uno dei più grandi cantieri navali non solo d’Italia, ma anche di tutto il mar Mediterraneo.

Oggi però, si tratta di una località dedita al turismo, in gran parte attirato dallo splendido litorale. Proprio in tal senso, il primo luogo che cattura il nostro interesse, può essere considerato il lungomare di Varazze. Questo, con le sue panchine e le giostre per i bambini, è una zona piuttosto viva anche nei mesi più freddi.

Quando gli stabilimenti balneari sono chiusi poi, la spiaggia diviene meta ideale per chi vuole far correre il proprio cane o per chi, più semplicemente, ama il mare nella sua concezione più selvaggia e primitiva.

Verso Cogoleto o verso Celle Ligure?

Al di là del lungomare di Varazze, è possibile poi scegliere se proseguire la propria camminata verso Cogoleto o verso Celle Ligure.

Nel primo caso, si tratta di un percorso che ricalca l’antica linea ferroviaria che collegava Genova a Ventimiglia. Durante questo tragitto, lungo circa 4,5 chilometri, si incontrano stabilimenti balneari e paesaggi tipicamente mediterranei.

Se si decide di intraprendere la passeggiata verso Celle Ligure invece, il tratto è più breve (circa 3 chilometri). Questo costeggia la via Aurelia e, come il precedente, offre panorami mozzafiato, soprattutto per chi ama il mare e la natura.

Edifici di importanza storico-religiosa

A dispetto delle dimensioni, questa cittadina propone molti edifici di alto valore storico. Come già affermato, la sua importanza storica (soprattutto in ambito marittimo) è ancor di più evidenziata dalla presenza di numerose costruzioni, per lo più di carattere religioso. Per chi è amante della storia, tra le cose da vedere a Varazze, non possono mancare edifici come:

  • la Collegiata parrocchiale di Sant’Ambrogio,  situata nel centro storico ed eretta nel periodo medioevale. Questa si presenta con facciata in stile barocco e un campanile cuspidato a tre ordini di trifore, tipico esempio di stile romanico-gotico. La facciata in stile barocco è stata eseguita nel 1916 su progetto Luigi Guglielmo Camogli.
  • la Chiesa antica di Sant’Ambrogio, posizionata poco fuori il centro storico di Varazze. Anche è ormai ridotta a poco più di un rudere, è ancor ben riconoscibile lo stile romanico che contraddistingueva uno dei primi edifici di culto eretti nella zona. La struttura dovrebbe essere risalente al periodo duecentesco.
  • l’Oratorio dell’Assunta, situata all’inizio del centro storico nonché adiacente a una parte ancora ben visibile dell’antica cinta muraria del XII secolo che circondava la cittadina.
  • l’Oratorio di San Bartolomeo, che al suo interno conserva una cassa processionale del Martirio di san Bartolomeo, attribuita alla scuola dello scultore Anton Maria Maragliano.
  • La Chiesa di San Domenico, eretta sull’area occupata in precedenza da un convento del 1419. Al suo interno sono presenti affreschi di scuola senese ed un polittico del XVI secolo.

Il Santuario di Nostra Signora della Guardia

Merita un piccolo discorso a parte il Santuario di Nostra Signora della Guardia, ubicato sul monte Grosso, quasi a posare il suo sguardo benevolo sulle terre circostanti.

Si tratta di una struttura piuttosto semplice, con una navata unica al suo interno e una facciata priva di particolari ornamenti. Anche la sua realizzazione, datata XIX secolo, non sembra evidenziare un edificio storico di particolare importanza. In realtà è il suo contenuto che, almeno per i devoti liguri, ha una particolare importanza. La statua della Nostra Signora della Guardia conservata al suo interno infatti, ha un posto speciale nelle popolazioni costiere.

Per raggiungere questa location, capace di offrire un panorama estremamente coinvolgente, è possibile seguire un percorso esclusivamente a piedi. Si tratta di una mulattiera, circondata dalla flora tipica del paesaggio mediterraneo.

Il centro storico di Varazze

A grandi linee, tutto il centro storico di Varazze è un vero e proprio gioiello architettonico che, al di là degli edifici religiosi, vale la pena essere visitato.

L’antico centro è situato a sud della via Aurelia e presenta costruzioni storiche colorate, nello stile tipico delle case tradizionali liguri. Il centro è caratterizzato da un’antica cinta muraria (realizzata nel XIII e nel XIV secolo). Tra queste, possiamo ricordare la porta di Ponte Vecchio, la porta del Borghetto, la porta dei Busci e quella della Loggia.

La chiesa di Sant’Ambrogio, già citata tra la lista delle strutture storico-religiose, ha uno spazio speciale nel cuore dei varazzini. Questa, originariamente costruita nel 1300 ma rivista in epoca più moderna, offre diverse opere artistiche di grande valore.

Per esempio, si può citare la statua dell’Assunta di Francesco Schiaffino, realizzata nel 1740. In generale però, le cappelle laterali offrono una serie di opere pittoriche datate tra il 1500 e il 1700 che rendono questo luogo non solo un punto di riferimento per il culto cristiano, ma anche un inestimabile tesoro per quanto concerne l’arte classica.

La Marina di Varazze e la relativa discoteca

La Marina di Varazze è un’attrattiva alquanto interessante, soprattutto per chi cerca un posto barca nel contesto della riviera savonese.

Questa location è posizionata a sud-est del centro urbano ed è costituita da una banchina centrale, di un molo di sopraflutto e di uno di sottoflutto (entrambi banchinati). Il tutto si traduce in 12 pontili fissi, 3 canali galleggianti e canali di manovra molto ampi.

Ovviamente ridurre la Marina a un semplice luogo dove un armatore può ormeggiare la propria imbarcazione è alquanto riduttivo. Si tratta, infatti di un punto di riferimento sia per quanto concerne la movida, sia in ottica shopping.

Qui infatti, è presente una galleria commerciale ricca di negozi di abbigliamento, oggettistica nautica e gioiellerie. Ovviamente poi, non mancano locali nell’ambito della ristorazione come gelaterie, snack bar e ristoranti.

Per chi ama la vita notturna poi, la Marina offre anche una discoteca. Si tratta della rinomata Aegua Club Discoteque, punto di riferimento per chi ama la danza e si trova a passare le ferie (o risiede) nel savonese.

Parco naturale regionale del Beigua

Tra le cose da vedere a Varazze, soprattutto per chi ama la natura, figura senza ombra di dubbio il parco naturale del Beigua.

Si tratta di una vasta area naturale che prende il nome dal monte Beigua. Questo si estende da Genova, sino a coprire una parte del territorio savonese, più precisamente, nell’area del varazzino.

Per chi apprezza il contatto con il verde, il parco offre svariati percorsi escursionistici, oltre ad essere attraversato dall’Alta Via dei Monti Liguri. L’area è caratterizzata da flora e fauna tipicamente ligure, con presenza di animali come la martora, il gufo reale, la poiana e soprattutto il lupo che, dopo una lunga assenza, negli ultimi decenni è riapparso in questa zona.

Tra i luoghi di particolare interesse legati soprattutto alla zona di Varazze, segnaliamo alcune tracce di insediamenti preistorici. Nello specifico, nella frazione varazzina di Alpicella, sono presenti su delle rocce dei segni di raschiamenti di punte di freccia risalenti ad epoche remote.

Altri interessanti luoghi da visitare nel contesto del parco del Beigua sono la Cascata del Serpente, situate nei pressi di Masone, o il lago dell’Antenna.

Il mercato di Varazze

Per chi ama fare shopping, un’occasione imperdibile è quello del mercato settimanale.

Nel piazzale del Palazzetto sportivo infatti, ogni sabato dalle ore 7.00 alle 13.00 si tiene un appuntamento fisso, caratterizzato da bancarelle che offrono una serie piuttosto ampia di prodotti, che vanno dall’alimentare al vestiario, fino a souvenir e altri oggetti legati al territorio.

Non si tratta però dell’unico appuntamento di questo genere legato a Varazze. Ogni terza domenica del mese infatti, si tiene il mercatino dell’antiquariato. Questo si tiene, come da abitudine, in zona San Nazario, con bancarelle che propongono prodotti artigianali o legati all’ambito dell’antiquariato.

Varazze e dintorni, cosa vedere?

Ovviamente poi, oltre alle attrazioni locali,  anche nei dintorni di Varazze sono presenti luoghi di particolare interesse. L’acquario di Genova, per esempio rappresenta una location di particolare interesse, distante circa 40 chilometri rispetto alla cittadina della provincia savonese.

Si tratta della struttura più grande d’Europa in questo ambito, capace di offrire un’esperienza unica nel suo genere come una passeggiata tra delfini, squali e tanti altri essere che popolano i mari e gli oceani del nostro pianeta. Per capire quanto ha da offrire l’acquario, basti sapere che questo offre 27.000 metri quadri di superficie espositiva, 12.000 animali e 200 specie vegetali.

Volgendosi verso il ponente invece, vi sono altre mete turistiche e non che vale la pena perdersi. Basti pensare alle vicine Grotte di Borgio Verezzi o allo splendido borgo della stessa cittadina. Si tratta di mete anch’esse a circa 40 chilometri da Varazze che rappresentano attrattive non indifferenti.

Dalle Grotte di Toirano al parco acquatico Le Caravelle

Rimanendo sempre in ottica archeologia, le Grotte di Toirano, rappresentano un’altra meta da non lasciarsi scappare. Questa struttura sotterranea naturale infatti, sono conosciute in tutta Europa per i numerosi reperti legati all’Homo Sapiens e all’Orso delle Caverne.

Sempre dirigendosi verso ponente poi, a circa 55 chilometri da Varazze, non va dimenticato il parco acquatico Le Caravelle di Ceriale. Si tratta di un’attrazione ben nota tra turisti e abitanti del savonese, capace di attirare un gran numero di visitatori nella bella stagione.

Ovviamente, per gli appassionati di mare poi, tutto il tratto costiero che va verso l’imperiese, offre una serie di spiagge alquanto attraenti e località balneari molto apprezzate da turisti e non.

 

 

Giugno 21, 2019
Riguardo l'autore
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pocket
Pocket
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on pinterest
Pinterest
Share on email
Email