centro storico di Varazze

Il centro storico di Varazze è una vera e propria istantanea di ciò che erano in passato i borghi liguri. Nonostante la cittadina abbia, soprattutto per i turisti, una particolare valenza legata al mare e alle spiagge, non va dimenticato ciò che questo centro urbano era in passato.

Tra le cose da vedere a Varazze infatti, figura senza ombra di dubbio il suo centro storico, con i suoi caruggi tipici della nostra regione. Dando uno sguardo da vicino, è possibile notare il sovrapporsi di stili ed epoche differenti, che rendono questo luogo una sorta di “libro” in cui ogni pagina racconta una porzione di storia diversa della cittadina.

Il centro storico di Varazze è un chiaro esempio di antico borgo ligure

Tutto il centro storico varazzino d’altronde è caratterizzato da costruzioni e strutture di grande valenza storica.

Tra i diversi edifici, spicca probabilmente il Palazzo Jacopo da Varazze. Si tratta di una struttura alquanto particolare, dotata di una piccola torre con tanto di merlature. Il colore rosso che presenta poi, spicca decisamente rispetto a tutte le costruzioni circostanti. In passato sede municipale della città, l’edificio è dedicato a un arcivescovo locale vissuto durante il XIII secolo.

Un discorso a parte lo merita anche la Collegiata di Sant’Ambrogio. Si tratta di una chiesa con pianta a croce latina, la cui costruzione è cominciata nel corso del XIII secolo e ha subito, nel corso dei secoli successivi, graduali modifiche. Oltre al contesto architettonico, assolutamente apprezzabile per gli appassionati del settore, è bene sottolineare anche la presenza di un pregevole organo a canne. Si tratta di uno strumento in principio realizzato negli anni ’30 dall’organaro Giuseppe Mola e migliorato con l’introduzione di una tecnologia più moderna negli anni ’80.

Apprezzabile anche il Santuario di Santa Caterina, ubicato nell’omonima piazza lungo la Via Aurelia. Eretta nel XVII secolo, la facciata risale però solamente al 1940. Proprio questo edificio, è al centro di una leggenda alquanto affascinante.

Il Santuario di Santa Caterina e la peste a Varazze

Secondo la leggenda, il 3 ottobre 1376 giunse nella cittadina rivierasca santa Caterina da Siena. La futura santa voleva visitare il borgo che diede i natali del già citato Jacopo da Varazze e, durante questo viaggio, essa venne impressionata dalla devastazione causata dalla peste. Proprio in quel periodo infatti, il morbo stava devastando Varazze.

Santa Caterina dunque, si fermò a pregare presso un’edicola chiedendo la liberazione della città dalla pestilenza e facendo promettere agli abitanti del borgo di erigere una chiesa in onore della Santissima Trinità. Con la scomparsa improvvisa dell’epidemia, i cittadini vollero rispettare il loro impegno erigendo una prima piccola cappella già l’anno seguente.

Da quella prima e rudimentale costruzione, venne poi eretto quello che oggi è il santuario.

Una piccola curiosità sul centro storico

A quanto pare, il caruggio più lungo e stretto della Liguria si trova proprio nel centro storico di Varazze. Come mostrato nel seguente video, si tratta di un vicolo estremamente stretto che collega via Campana a Piazza Patrone.

Share This