Cosa vedere a Ceriale? La cittadina rivierasca, al di là del mare, ha diverse risorse da offrire ai turisti. Seppur di modeste dimensioni infatti il centro è particolarmente attivo, non solo per quanto riguarda Le Caravelle, il noto parco acquatico noto in tutto il nord Italia.

Cosa vedere a Ceriale: la valle Ibà

Oltre alla posizione strategica del centro urbano, questo offre anche altri motivi di interesse. Proprio sopra Ceriale infatti, vi è la valle del rio Ibà. Questo percorso immerso nella natura tipicamente mediterranea, è ideale per gli amanti di trekking e, più generalmente, della natura. Il percorso è lungo circa 10 chilometri e si propone con un dislivello di circa 500 metri.

Oltre alla flora endemica, segnalata da appositi segnali a bordo sentiero, il percorso è punteggiato da ponti ad arco e in muratura, nonché carbonaie. Il percorso va a completarsi con una cappelletta dedicata ai caduti in guerra del Comune di Cisano sul Neva, dalla quale si può ammirare un panorama straordinario con vista sulla costa sottostante.

Riserva Naturale e il Museo Paleontologico Silvio Lai

Da segnalare anche il Museo Paleontologico Silvio Lai, inaugurato nel corso del 2008 e situato proprio nella già citata frazione di Peagna. La struttura offre ai visitatori un percorso espositivo, una sala conferenze, una piccola biblioteca tematica e un laboratorio. Qui è possibile ammirare diversi fossili rinvenuti nelle zone circostanti e partecipare alle diverse iniziative ed eventi organizzati.

Peagna

Per chi non ha la passione del trekking, esistono anche l’alternativa costituita da Peagna. Si tratta di una piccola frazione di Ceriale. Secondo le leggende, questo piccolo borgo venne occupato dagli abitanti di un centro precedente (chiamato Capriolo) abbandonato nel tardo medioevo per una invasione di formiche rosse.

Pur essendo un centro molto piccolo e privo di particolari strutture ricettive, è un chiaro esempio di antico borgo ligure, incastonato in un contesto naturalistico tipicamente mediterraneo. Il percorso, almeno in parte, è percorribile inoltre anche in mountain bike.

Edifici storici e musei

Vero e proprio simbolo della città, è indispensabile segnalare (anche solo per una semplice fotografia) il torrione. Si tratta di un edificio eretto nel corso del XVI secolo con il chiaro fine di individuare eventuali navi saracene in procinto di attaccare Ceriale.

Da segnalare la presenza della Chiesa dei santi Giovanni Battista ed Eugenio. Da sottolineare come i pirati, provenienti dall’Algeria, abbiano distrutto l’edificio e come in realtà quella attuale sia una ricostruzione del XVII secolo.

Share This