Spiaggia a Laigueglia: libera, eco friendly e attrezzata

Indice

Il borgo savonese di Laigueglia, attorniato dal mare cristallino della Liguria è meta di numerosi turisti durante la stagione estiva; ma, per chi non vi è mai stato, vediamo subito com’è la spiaggia di Laigueglia.

Laigueglia spiaggia e Baia del sole

Cosa vedere a Laigueglia? Quando si parla di questo paese, si pensa al mare, e alle sue spiagge assolate, prima ancora che ai monumenti e alle attrazioni di interesse storico.

La spiaggia di Laigueglia è infatti tra le più note della liguria. Nei suoi pressi si contano numerosi ristoranti, bar e hotel di nuova generazione, ma anche locali, osterie e botteghe presenti da oltre cinquant’anni. Per non parlare, poi, delle barche attraccate ai porticcioli del borgo e della vegetazione che, tra piante verdi e fiori colorati, rende questa location una meta dove le spiagge non significano solo sole, sabbia e ombrelloni, ma tradizioni e sorprese botaniche.

Il lungomare di Laigueglia è collegato direttamente a quello di Capo di Mele, altra località molto nota. Si giunge da un luogo all’altro camminando sulla sabbia, a pochi passi dalla schiuma marina del bagnasciuga, che qui è chiara, finissima e mai polverosa perché di origine silicea.

Il tratto che separa i due paesi è chiamato Baia del Sole; lì sorgono diversi stabilimenti balneari, con ampie offerte di comfort e servizi dedicati ai bagnanti, come noleggio pedalò, sedie sdraio e ombrelloni, e WiFi gratuito.

Sul tratto di spiaggia laiguegliese sono tanti gli stabilimenti che hanno deciso di aprire i battenti nel corso degli anni passati. La località, del resto, continua ad attirare molti turisti, affascinati dall’atmosfera del borgo e interessati dalla vena eco friendly con cui sono realizzati stabilimenti e bagni.

Gli stabilimenti balneari sulla spiaggia di Laigueglia

A rendere speciale Laigueglia sono le sue acque chiare e cristalline, i fondali del mare caratterizzati da una discesa dolce, ma anche i paesaggi dell’entroterra collinare. Inoltre, dalla spiaggia  al borgo, il tragitto è molto breve: solo pochi metri dalla sabbia e si accede alle vie paesane, con tutta la loro offerta di cibo, souvenir e bevande.

Gli stabilimenti balneari i da cui godere di scorci sul mare, a Laigueglia, sono molti. Esistono il Lungomare Angelo Ciccione, i Bagni Capo Mele, i Bagni Arcobaleno, i Bagni Irene, quelli Ellida e Tirreno. E ancora quelli Lido, Pierinella, Nicade, Vittoria Celle Ligure, Colombo Andora, oltre a quelli Marinella, Alfieri, Walburga, Ven e Adelasia, e tanti altri ancora.

Questi bagni offrono diverse attività come corsi di nuoto per bambini, animazioni per i più piccoli, divertimento e musica per gli adulti. Insieme a bar, chioschi e ristoranti sulla spiaggia, che la sera diventano favolose location per ammirare tramonti a picco sull’acqua. Ovviamente, essi offrono anche la possibilità di fare aperitivi e ballare grazie concerti ed eventi musicali. Inoltre, mettono a disposizione servizi di baby sitting, possibilità di noleggio di barche, pedalò e canoe, lettini e ombrelloni; nonché aree dedicate allo sport e ai giochi, come il beach volley, il ping pong e le bocce.

Comunque, per godere di comodità e ottimi servizi in spiaggia, non è necessario recarsi nelle spiagge attrezzate degli stabilimenti balneari. A Laigueglia la spiaggia libera è stata corredata di alcune comodità, come servizi igienici e ombrelloni, che la rendono più confortevole.

Inoltre, presso la spiaggia laiguegliese, c’è la possibilità di portare il nostro amico a quattro zampe a fare un tuffo tra le onde. Alcune spiagge, infatti, sono adibite all’uso da parte di cani e mettono a disposizione degli animali ciotole, spazi e perfino docce dove liberarsi della sabbia rimasta aggrappata al pelo.

Un intero museo dedicato alle spiagge di Laigueglia

Laigueglia è legata alla sua spiaggia da un rapporto molto stretto e vitale; per molti anni, la spiaggia e il mare sono state le uniche fonti di sostentamento per gli abitanti del borgo. In nome di questo vincolo intenso, è stato inaugurato il progetto di un Museo della Spiaggia, che evidenzia le particolarità dell’ambiente della cittadina.

Questo ambiente è raro e da tutelare, poiché esistono specie vegetali autoctone scomparse in molti luoghi, a causa del turismo crescente e delle modificazioni territoriali che comporta.

Una delle spiagge di Laigueglia è divenuta un parco grazie alla crescita di questa vegetazione sempre più rara. Al suo interno sono, inoltre, tornate a crescere specie quali il finocchio di mare e il papavero di mare che popolavano la costa prima dell’apertura degli stabilimenti balneari.

Maggio 2, 2020
Riguardo l'autore
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pocket
Pocket
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on pinterest
Pinterest
Share on email
Email