Quando si parla di Varigotti, una delle prima cose che viene in mente, a turisti e non, è la Baia dei Saraceni.

La nota località turistica infatti, oltre a un centro decisamente apprezzabile sotto il punto di vista estetico, dà decisamente il meglio di sé con questo piccolo ma straordinario tratto di spiaggia. A Varigotti, tra le prime cose da vedere vi è certamente questa spiaggia. Ma perché è così rinomata?

Si tratta di una porzione di spiaggia, della lunghezza di circa 400 metri, rinchiusa tra due sommità. Il tratto non presenta una sabbia particolarmente diversa da tante altre spiagge liguri: è il mare che fa la vera differenza.

In questa baia così riparata infatti, l’acqua è incredibilmente limpida e, vista anche la presenza massiccia di pesci, è possibile fare snorkeling. Se a ciò si aggiunge un mare che, per i primi metri da riva, non è particolarmente profondo, si capisce come la baia sia particolarmente apprezzata anche dalle famiglie.

Ennesima caratteristica degna di nota di questa location è il fatto che, per sua conformazione, è ideale per gli amanti della tintarella. Qui infatti, la spiaggia può usufruire del sole per lunghi periodi che vanno di molto oltre agli standard di molti tratti costieri del ponente.

 

Come arrivare alla Baia dei Saraceni

Per entrare nella Baia dei Saraceni è necessario pagare 5 euro per l’ingresso. Ancor prima di arrivarvi però, è fortemente consigliato portarsi tutto il necessario per la giornata al mare (non vi è infatti uno stabilimento balneare vero e proprio, ma solo un bar).

Arrivare in questa location non è particolarmente difficile, anche se trovare parcheggio nei mesi estivi è pressoché impossibile. Esiste un parcheggio a pagamento che è, molto probabilmente, tra i più ambiti di tutta la Liguria. La miglior soluzione è quella di prendere l’autobus da Finale Ligure per fermarsi presso la fermata corrispondente alla vicina spiaggia di Malpasso, anch’essa piuttosto interessante.

Per chi risiede o è in vacanza nei paesi che precedono Finale, il consiglio è di arrivare nella cittadina stessa in autobus (anche qui i parcheggi scarseggiano) per poi prendere il primo bus che va in direzione Savona.

Share This