Museo della Ceramica di Savona

Il Museo delle Ceramica di Savona è un vero e proprio tributo a un tipo di arte strettamente legata alla nostra provincia.

Soprattutto nell’area tra Albisola e il capoluogo di provincia, la produzione di ceramica era una importantissima produzione già più di 500 anni fa. Non per niente il savonese è stato uno dei più importanti centri di produzione di questo prezioso materiale.

Limitare la ceramica semplicemente a un prodotto è decisamente riduttivo. La combinazione con l’arte, grazie anche alla combinazione con la pittura, permette ancora oggi alla ceramica di trasmettere sensazioni ed emozioni. Tra le cose da vedere a Savona, questo istituto rappresenta sicuramente una delle maggiori espressioni artistiche del nostro territorio.

Il Museo della Ceramica di Savona, l’arte nella nostra provincia

Il percorso offerto ai visitatori si sviluppa su quattro piani distinti. In tal senso è possibile ammirare diversi tipi di opere realizzate in ceramica, come le piastrelle (dette anche laggioni) risalenti al quattrocento, le maioliche orientaleggianti e produzioni più recenti, come quelle dell’Ottocento che sfruttavano già alcune innovazioni tecnologiche precedentemente non disponibili.

Non mancano poi anche le opere contemporanee, a dimostrare di come la ceramica savonese, seppur con radici antiche, sia anche proiettata verso il futuro.

Il laboratorio didattico

Grazie alla collaborazione tra il Museo d’Arte di Palazzo Gavotti, Italia Nostra e LaboratorioL, la struttura prepara anche dei veri e propri laboratori didattici per permettere alle persone di “toccare con mano” ciò che è l’arte della ceramica.

Attraverso i diversi laboratori didattici proposti ai bambini, questi sono guidati alla scoperta delle diverse tecniche legate alle ceramiche. Grazie alla possibilità di manipolare direttamente la creta, i bambini attraversano un percorso di educazione tattile molto importante in questa fase di crescita.

In poche parole, si tratta di uno dei musei di Savona e provincia più interessanti ed attivi.

Come raggiungere la struttura

Il museo è strutturato con una doppia sede: una in Palazzo Gavotti (in Piazza Chabrol 1-2) e una presso il vero e proprio Museo della Ceramica, in via Aonzo 9.

La struttura è raggiungibile con circa 10 minuti di automobile giungendo dall’uscita autostradale di Savona e seguendo le indicazioni che portano verso il centro città. In alternativa, arrivando con il treno presso la stazione, è possibile raggiungere il museo con circa un quarto d’ora di camminata, raggiungendo il centro storico cittadino o, eventualmente, utilizzando uno dei bus che collegano la stazione con altre aree di Savona.

Museo della Ceramica di Savona: orari e costo del biglietto

Per quanto riguarda gli orari, la struttura è aperta:

  • Lunedì e Martedì (museo aperto solo per gruppi di almeno 10 persone) dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 18.30
  • Mercoledì e Domenica dalle 10.00 alle 13.30
  • Giovedì, Venerdì e Sabato dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 18.30

Per quanto concerne i prezzi, è bene ricordare invece che:

  • Il biglietto intero, costa 5 euro
  • Il ridotto, costa 3 euro (per gruppi di almeno 10 persone e soci Coop, Arci, FAI, Auser e Touring Club Italiano)
  • Il biglietto con visita guidata (solo su prenotazione) costa 10 euro per gruppi di minimo 10 persone e 8 euro per il biglietto ridotto

L’ingresso al Museo della Ceramica di Savona è invece gratuito per:

  • minorenni
  • guide turistiche
  • insegnanti con classe al seguito
  • portatori di handicap e relativi accompagnatori

Nota bene: in occasioni straordinarie, come eventi particolari o mostre, il costo del biglietto può subire sostanziali variazioni.

Share This