Borghetto Santo Spirito, le spiagge libere così come gli stabilimenti balneari risultano essere il cuore del turismo.

I tanti stabilimenti che punteggiano la costa borghettina dalla passeggiata per Ceriale sino all’Approdo Turistico Poseidon sul confine con Loano, sono infatti un punto di ritrovo e ristoro (sono infatti quasi sempre inclusi nella struttura bar se non veri e propri ristoranti). A loro volta, non mancano i tratti di spiagge libere che consentono di poter stazionare liberamente su di esse senza dover pagare nulla.

Borghetto Santo Spirito, le spiagge libere e gli stabilimenti balneari

Le principali differenze tra gli stabilimenti balneari e i tratti di spiaggia libera sono, anche in questo comune, quelle presenti in tutta la costa ligure. Se i tratti di spiaggia libera sono, soprattutto in agosto, un vero e proprio ammasso caotico di persone, le spiagge a pagamento gestiscono al meglio gli spazi a disposizione. Inoltre, a seconda del caso, i lidi offrono una serie di servizi come:

  • affitto di ombrelloni, sdraio e/o lettino
  • docce fredde e/o calde
  • possibilità di usufruire del bar o del ristorante annesso al lido
  • spogliatoi liberi a rotazione
  • spogliatoi in affitto per un tot di giorni o settimane
  • un bagnino sempre presente in caso di necessità
  • eventuali affitti di pedalò, canoe o simili

Naturalmente poi, ogni singolo stabilimento ha servizi aggiuntivi e tariffe diverse. Non si tratta però dell’unico vantaggio di cui godono i visitatori. A ciò va aggiunto il fatto che, molto spesso, i proprietari collaborano attivamente nell’organizzazione di eventi e altre iniziative che movimentano le serate estive dei turisti che scelgono la cittadina di Borghetto Santo Spirito come la meta per le proprie vacanze.

La sabbia? Decisamente meglio nelle spiagge private

A Borghetto Santo Spirito, la sabbia degli stabilimenti balneari è decisamente migliore rispetto ai tratti di spiaggia libera. Ciò avviene perché, durante i mesi che precedono la stagione estiva, vengono effettuati lavori appositi al fine di offrire il meglio ai propri clienti. Vengono infatti spostate quantità ingenti di materiale per preservare il litorale dalla naturale erosione del mare.

Non solo, in fase di chiusura o nella prima mattina, solitamente il personale effettua attente operazioni di pulizia, un tipo di lavoro che in gergo si usa chiamare “tirare la sabbia” ovvero ripianare completamente la superficie sabbiosa con un apposito attrezzo.

Dove sono situate le spiagge libere?

Nonostante le spiagge libere si siano gradualmente ridotte con il passare degli anni, è ancora possibile recarsi al mare senza dover per forza ricorrere a stabilimenti balneari a pagamento. Oltre alla già citata spiaggetta sotto il castello, tra l’altro chiusa qualche anno fa per motivi di sicurezza, la prima disponibile a partire dalla passerella che collega Ceriale a Borghetto è situata tra i Bagni Roby e il cimitero, anche se questa è spesso utilizzata per quanto riguarda il campo solare (e quindi rimane spesso poco agibile per i turisti).

Un’altra spiaggia libera di Borghetto Santo Spirito è quella situata sul Lungomare Matteotti, poco prima del primo sottopassaggio che porta in Piazza della Libertà. Fino a qualche anno fa, questa era conosciuta dai ragazzi del luogo come La spiaggia dell’Albero per via di un albero che cresceva proprio tra sabbia e asfalto. Oggi questo albero non esiste più e, la spiaggia in questione è divisa in due parti: una totalmente libera, l’altra libera attrezzata.

Proseguendo verso Loano, a parte qualche lembo di pochi metri, l’altra grande spiaggia libera di Borghetto Santo Spirito è quella definita Mongol Beach, contigua alla Piazza Rosa dei Venti: si tratta della più grande spiaggia libera presente sul territorio comunale e quella con maggior afflusso sia nei mesi estivi che in quelli primaverili o autunnali (perlomeno quando il clima è più clemente).

 

Share This